Questo asciugamani è pericolosissimo, ecco spiegato il motivo


Carta, aria calda o asciugamani ultra-moderno Dyson? È guerra tra i produttori dei tre modi di asciugatura delle mani per i bagni pubblici. L’ultimo fendente arriva dal Journal of Applied Microbiology che ha pubblicato una ricerca sull’asciugamani Dyson Airblade.

Secondo lo studio, condotto dall’Università di Bradford, l’asciugamani Dyson diffonderebbe germi in aria a tre metri di distanza “60 volte in più dei normali asciugamani elettrici e 1.300 volte in più della carta”. Dire che non è per nulla igienico sarebbe riduttivo.

Se vero, gli asciugamani dei bagni pubblici sarebbero delle vere e proprie bombe batteriologiche. Ma la ditta non ci sta e replica: “L’industria delle salviette di carta crea allarmismi con questa ricerca da almeno quattro anni. Lo studio in oggetto è realizzato in condizioni artificiali, utilizzando livelli irrealistici di contaminazione batterica (talmente alti da non essere riscontrabili in natura) mediante l’impiego di guanti e in assenza del lavaggio delle mani prima della fase di asciugatura”. In effetti l’esperimento è stato fatto con guanti imbevuti di milioni di batteri e subito messi nell’asciugamani, che data la sua potenza, li sparge nell’aria circostante.