Scoperta una pillola che allungherà la nostra aspettativa di vita di 10 anni

In futuro una pillola a base di litio allungherà la nostra aspettativa di vita di dieci anni. E’ quanto emerge da una ricerca congiunta condotta da tre istituti europei: l’Ucl Institute of Healthy Ageing, il Max Planck Institute for Biology of Ageing e l’European Molecular Biology Laboratory. I test, condotti su insetti, hanno prodotto ottimi risultati e presto saranno effettuati anche sull’uomo. Il “segreto” dell’elisir di lunga vita è nella capacità del litio di inibire la proteina Gsk-3, legata all’invecchiamento.

L’efficacia del litio – I risultati della ricerca hanno evidenziato che la somministrazione di bassi dosi di litio comporta l’aumento medio del 16% dell’aspettativa di vita. “La conoscenza di questo meccanismo potrebbe anche rivelare il segreto per contrastare l’insorgenza di malattie legate all’età: Alzheimer, diabete, cancro e Parkinson”, spiega Jorge Ivan Castillo-Quan, autore principale dello studio apparso su Cell Reports.

Il litio agisce bloccando la proteina Gsk-3 e attivando un’altra molecola chiamata Nrf2, che costituisce un’importante difesa contro i danni alle cellule. Il prossimo obiettivo dei ricercatori è quello di effettuare i test su animali più complessi come i topi, prima di passare alla sperimentazione umana.

Pareri scettici – Se da un lato lo studio europeo registra grande entusiasmo, dall’altro non sono pochi gli esperti che hanno espresso scetticismo nei confronti della pillola al litio. Le perplessità riguardano soprattutto lo stadio primordiale della ricerca, lontana da risultati apprezzabili e documentati sui vertebrati.