Pornostar trovata morta nella sua villa a Los Angeles: accusò di stupro un collega


Il cinema a luci rosse piange Amber Rayne, pornostar 31enne balzata alle cronache dopo aver accusato nel 2015 il collega James Deen di stupro.

La donna è stata trovata morta, probabilmente stroncata da overdose, sabato notte nella sua villa di Sun Valley, a Los Angeles. La magistratura ha aperto un’inchiesta, ma dai primi rilievi sembra si sia trattato di un incidente. La Rayne era in casa con un amico ed è stato lui a chiamare i soccorsi.

Amber ha iniziato la carriera a 21 anni e ha girato oltre 500 film girati. Nel 2015 accusò James Deen, uno dei pornodivi più famosi al mondo, di averla picchiata brutalmente sul set e violentata ripetutamente.