Scaricava la scenografia per uno spettacolo teatrale operaio morto soffocato travolto dai pannelli


E’ accaduto tutto in un attimo. Enrico Formisano, 37enne di Ercolano è rimasto schiacciato tra i pannelli della scenografia che stava scaricando da un camion e le pareti dello stesso. A dare la notizia è “Il Tirreno” nell’edizione di Pontedera. Nel crollare i pannelli, che non erano fissati, lo hanno colpito al collo.

La ditta per cui lavorava Enrico è di San Giorgio a Cremano, la “Liberato Massimo”, con la quale collaborava da anni. Era in fatti un operaio esperto ma quella mattina qualcosa non è andata per il verso giusto. Enrico avrebbe deciso di non aspettare la seconda squadra di oprai che di li a poco sarebbe arrivata da Genova a Pontedera per l’allestimento dello spettacolo “Medea”, prodotto dalla Fondazione Teatro della Toscana e dal Teatro Stabile di Napoli. A dare l’allarme sarebbe stato un collega di Enrico che non ha potuto fare niente in quanto pannelli, rovinati sulla vittima, erano troppo pesanti. Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta della procura delle Repubblica di Pisa affidata al magistrato Giancarlo Dominijanni.