Molly Galbraith ridefinisce il concetto di “corpo da bikini” in un post perfetto su Facebook

Quando Molly Galbraith si svegliò il primo gennaio 2016 si rese conto che era avvenuto qualcosa d’importante: quello sarebbe stato il primo anno in cui aveva preso la decisione di non voler cambiare nulla del suo corpo.

La Galbraith è la co-fondatrice e proprietaria di Girls Gone Strong, una guida di fitness online “disegnato dalle donne per le donne”. Consapevole del fatto che quel primo giorno dell’anno aveva segnato per lei un momento importante decise di condividere una foto di se stessa in bikini sulla sua pagina Facebook, con 59mila iscritti.

“Questa non è una foto del ‘prima’. Questa non è una foto del dopo”, scrive nella didascalia della foto. “Questo è solo il mio corpo, così come appare in un casuale martedì di dicembre. È una foto di vita”.

Da quando lo scatto è stato pubblicato ha ottenuto oltre 109mila like. Nella didascalia la ragazza spiega che le è stata diagnosticata la tiroide di Hashimoto (una malattia autoimmune della tiroide) e la sindrome dell’ovaio policistico e ha descritto come il suo fisico è mutato negli anni.

“Questo è un corpo che ama proteine, verdure, formaggi e gelato”, spiega, “È un corpo che ama fare ginnastica e dormire”.
Nel post scrive inoltre che il suo fisico è stato “giudicato e criticato” pubblicamente e in base al suo aspetto è stata valutata come allenatrice e come persona.

Questo è un corpo che è stato definito:
– troppo grasso
– troppo magro
– troppo mascolino
– troppo forte
– troppo debole
– troppo grande
– troppo piccolo

…tutto nella stessa settimana

La Galbraith ha raccontato all’Huffington Post America che sperava con il suo gesto di motivare altre donne a non cedere a standard di bellezza impossibili, per far sapere loro che aver fiducia in se stesse non è un difetto.

“Diaciamo alle donne di avere confidenza col proprio corpo, eppure quando ci si mostra sicure di sé il mondo fa di tutto per buttarti giù”, ha detto ad HuffPost.

Il messaggio della Galbraith è racchiuso in una frase: “Questo è un tipo di libertà che credevo non avrei mai assaporato. Ci si sente molto, molto bene”.