Roma, due evasi da Rebibbia: tagliano le sbarre e si calano con lenzuola

Evasione dal carcere romano di Rebibbia. In due si sono calati con le lenzuola dopo aver segato le sbarre, Sono scappati dal magazzino in cui erano impiegati come lavoranti per fuggire infine via a piedi. Sono stati visti poi salire su un autobus.

A diffondere la notizia è stato il segretario generale aggiunto della Cisl Fns, Massimo Costantino, che in un comunicato scrive: “Apprendiamo di una evasione avvenuta poco fa presso l’istituto romano di Rebibbia. Al momento non è stato possibile sapere di più. Due detenuti romeni. Aperte le ricerche con varie unità della polizia penitenziaria e altre forze di polizia”.

I due criminali, uno di 28 e l’altro di 33 anni, condannati rispettivamente per omicidio e sequestro di persona e per rapina, sono ricercati da agenti e carabinieri. Secondo le prime informazioni, i due, intorno alle 18.30, avrebbero tagliato le sbarre del magazzino e poi sarebbero scappati scavalcando la rete e il muro di cinta del penitenziario per darsi infine alla fuga a piedi lungo via Tiburtina.