Il Presidente Sergio Mattarella incontra Obama alla Casa Bianca


    Incontro alla Casa Bianca tra Barack Obama e Sergio Mattarella. Nel corso del colloquio si è parlato del ruolo dell’Italia nella lotta all’Isis. “La stretta collaborazione transatlantica ci consentirà di sconfiggere i nemici della pace e dei diritti umani”, ha detto il Capo dello Stato. Da parte sua, Obama ha invece ringraziato l’Italia “per il contributo nell’addestramento dei militari in Iraq e per la protezione della diga di Mosul”.

    C_4_articolo_2159308__ImageGallery__imageGalleryItem_7_image

    Mattarella: “Su Libia collaborazione Italia-Usa decisiva” – “Per la Libia, attraverso l’alleanza transatlantica, la nostra collaborazione è decisiva affinché la comunità internazionale risolva i drammatici problemi sul tappeto ripristinando stabilità e sicurezza”, ha sottolineato Mattarella. Nel corso del colloquio con Obama sono state esaminate tutte le principali aree di crisi, dalla Siria all’Afghanistan, dall’Iraq alla Libia. Il Capo dello Stato ha definito “solida” l’amicizia con gli Usa che “dura da 70 anni”.

    Obama: “Migranti crisi globale, collaborazione Ue-Nato”
    – “Abbiamo parlato a lungo del problema dei profughi e dei migranti che ha un impatto terribile sull’Europa e sull’Italia in particolare”, ha affermato il presidente americano. “Per gli Usa – ha aggiunto Obama – questo non è un problema solo dell’Europa ma un problema globale che mette sotto pressione gli Usa e il rapporto transatlantico”. “Serve una collaborazione Europa-Nato per smantellare le reti di traffico di esseri umani”, ha sottolineato.

    “Con Roma collaborazione straordinaria” -Tra Washington e Roma, ha ribadito Obama, “i legami non potrebbero essere più stretti ed è straordinaria la collaborazione che abbiamo su una vasta gamma di problemi nel mondo”.