Morto uno dei migliori chef del mondo, era amico di Carlo Cracco


Una truffa milionaria dietro il suicidio di Benoit Violier, il “miglior chef del mondo” e grande amico del nostrano chef Cracco. Secondo la rivista economica svizzera Bilan, l’azienda vinicola di Sion Private Finance Parners lo scorso anno vendette al ristorante di Violier a Losanna,Hotel de Ville (tre stelle Michelin), una partita di costosissime bottiglie di vino poi mai consegnate. Bilan azzarda anche il buco nelle casse di Violier: tra i 720.000 e gli oltre 1,7 milioni di euro. Mentre l’azienda lo scorso novembre ha dichiarato bancarotta, gli ultimi mesi dello chef sarebbero stati “piuttosto tormentati”, fino al tragico gesto di una settimana fa.