Un centro massaggi con sorpresa finale. Il centro scoperto a Nuoro


Scoperto a Nuoro un centro massaggi che faceva da copertura ad un giro di prostituzione. Il centro, che si trovava in viale Sardegna, è stato sottoposto a sequestro preventivo dalla Polizia di Stato ed era gestito da cinesi residenti nel nord e nel centro Italia che adesso sono indagati per sfruttamento della prostituzione e riciclaggio insieme ad un italiano.

Oltre ai locali sono stati sequestrati anche i conti correnti bancari e postali. Sei le ragazze cinesi che si prostituivano. Secondo le indagini condotte dal pm Giorgio Bocciarelli il giro d’affari fruttava ben 200 mila euro all’anno.

Decine di clienti al giorno si avvicendavano nel centro: dagli studenti ai liberi professionisti passando per impiegati e anziani. Il costo di ogni prestazione si aggirava dai 50 ai 70 euro, tutti ripresi da telecamere nascoste. Dentro al locale, inoltre, sono stati trovati contanti per 36 mila euro.

Perquisiti anche un centro in provinci di Oristano e la sede della società a Milano dove era stato messo su un vero e proprio call center che curava le inserzioni su internet. Una parte dei guadagni veniva poi trasferita in Cina.