Napoli, ottocentomila euro trovati dentro un cassonetto della spazzatura

Da una busta della spazzatura emergono buoni fruttiferi del valore di circa ottocentomila euro. Titoli postali del 1987, trafugati in una casa di Poggiomarino, si scoprirà dopo, vistata dai ladri alcuni giorni fa. A fare la scoperta, la polizia municipale di San Giuseppe Vesuviano sulle tracce dei cittadini inadempienti alla raccolta differenziata.

Proprio nel corso di un controllo in Via Passanti angolo Via Capocresti, gli agenti municipali si sono imbattuti nel piccolo tesoro abbandonato, insieme ad altri rifiuti, in un uno stabile abusivo acquisito dal comune. Appena aperta una delle tante buste abbandonate, sono saltati fuori numerosi buoni fruttiferi trentennali, ancora in lire, che hanno fatto aguzzare la vista ai due caschi bianchi.

Recuperato il tutto, al termine di veloce ricerca, si è risaliti al proprietario di Poggiomarino nella cui casa, solo alcuni giorni fa avevano fatto visita i ladri svaligiando la cassaforte da cui oltre a oggetti in oro avevano portato via anche i preziosi titoli cartacei. Buoni fruttiferi che i ladri non avrebbero mai potuto incassare e quindi lasciata tra la spazzatura. L’intero tesoro ritrovato è stato riconsegnato ai legittimi proprietari che lamentano, comunque, la mancanza di altri pochi titoli probabilmente finiti in un’autocampattatore. I buoni ritrovati, secondo alcune stime e calcoli fatte da impiegati postali, ammontano a 786mila euro.