Va dai Vigili del Fuoco per farsi togliere la cintura di castità


Per i vigili del fuoco di Padova si è trattato senz’altro di un intervento di non ordinaria amministrazione. Quando la donna si è presentata al comando, chiedendo loro di aiutarla ad aprire un lucchetto di cui non riusciva più a trovare la chiave, non avrebbero certo pututo immaginare che il lucchetto in questione – con non poco imbarazzo, di lei e degli operanti – fosse quello di una cintura di castità.

“APRITEMI LA CINTURA DI CASTITÀ”. La signora l’aveva indossata e non riusciva più ad aprirla.Si trattava di un lucchetto di ferro, lo stesso materiale della cintura, che teneva unita una banda in vita con una fascia pubica che andava a coprire la zona dei genitali in modo da renderli inaccessibili. Dopo avere cercato invano le chiavi per aprire la serratura, non deve aver trovato altra soluzione che rivolgersi ai pompieri. I vigili del fuoco, con professionalità, hanno liberato la donna evitando domande inopportune, limitandosi ad assicurarsi che, dietro quella cintura, non vi fossero violenze. Ipotesi esclusa dalla signora, che ha riferito di avere voluto autonomamente indossare il particolare indumento.