Paolo Villaggio: “Ho annunciato di essere morto per finire sui giornali”


E’ sempre stato bizzarro Paolo Villaggio, ma fino al punto di far credere a tutti di essere morto nessuno lo avrebbe mai immaginato. Negli ultimi anni diverse volte è circolata la bufala della sua scomparsa o di urgenti ricoveri in ospedale, soltanto adesso è proprio lui a rivelare di esserne stato l’autore. Il motivo? Attirare l’attenzione, visto che da un po’ di tempo l’attore è completamente solo.

“Ho solo un amico – ha spiegato Villaggio in un’intervista a Oggi – Ho sempre pensato di essere una persona divertente da frequentare per il clima che riuscivo a creare, ma il giorno che mi sono ritirato dalle notti romane, circa due anni fa, non ho trovato più nessuno di quegli amici occasionali che frequentavo. Oggi non esco più, prima uscivo tutte le sere e senza mai annoiarmi”. Poi la rivelazione choc che suona quasi come un appello disperato: “Ho annunciato più volte la mia morte perché ho sempre avuto un interesse speciale a sopravvivere. Annunciare la morte è stato un modo banalissimo, quindi criticabile, per uscire sui giornali. Alimentare l’idea di stare sul punto di morte è stato un modo per celebrarmi e far parlare di me”.