Foggia, in tre sul furgone col kalashnikov e 30 proiettili: “Preparavano un delitto di mafia”


Kalashnikov carico e pronto all’uso, maschera di gomma e proiettili. Tanti proiettili. Gli agenti della questura di Foggia ne sono convinti: la mattina di San Silvestro alla periferia di Foggia è stato sventato un delitto di mafia. A questo fa pensare l’armamentario recuperato in un Fiorino bianco che era stato fermato per un controllo sul ciglio della strada in via La Torre, all’angolo con via De Luca. Un agguato che sarebbe stato messo a segno da un momento all’altro, se l’intuito di una pattuglia della volanti, diretta dal vicequestore aggiunto Pasquale Fratepietro, non avesse deciso di controllare il mezzo.