Ucciso terrorista ritenuto responsabile dell’attacco a Parigi


Un militante dell’Isis, ritenuto tra i responsabili dell’attacco di Parigi del 13 novembre, è rimasto ucciso durante un raid in Siria il 24 dicembre. Lo rivela il colonnello Steve Warren, portavoce della coalizione anti-Isis, secondo cui Charaffe al Mouadan, meglio noto come Souleyman, “stava preparando attentati contro l’Occidente”. Souleyman, 27 anni, era amico d’infanzia di uno dei kamikaze del Bataclan.