Arrivano gelo e neve anche in Italia


    Sull’Europa orientale è infatti in arrivo una intensa ondata di gelo, che non raggiungerà direttamente l’Italia, ma avrà quantomeno il merito di iniziare a far calare le temperature già entro San Silvestro dopo oltre un mese sopra media termica. Da Capodanno e per i primi giorni di Gennaio torneranno invece le perturbazioni atlantiche, che porteranno finalmente le tanto attese piogge e le nevicate sui rilievi, ma soprattutto al Centrosud”.

    Il clima sarà generalmente più freddo, ma non arriverà il gelo” – avverte Ferrara – “Quello rimarrà relegato all’Europa orientale. Ci riporteremo semplicemente verso le medie del periodo con un clima più consono all’inverno, specie al Nord e lungo i versanti adriatici. Ilcalo termico sarà comunque sensibile in montagna, soprattutto sulle Alpi, dove per giorni le temperature in quota sono risultate praticamente estive“.

    Non è inoltre esclusa qualche debole nevicata a bassa quota al Nord tra il 2 ed il 3 Gennaio” – prosegue l’esperto – “In particolare sul Nordovest dove si potrebbero avere degli episodi nevosi a tratti fin verso il piano. Tuttavia si tratta ancora di una ipotesi che necessita di molte conferme, dato che mancano ancora troppi giorni e tutto dipende dall’esatta traiettoria della perturbazione. Sembra comunque certo che almeno per il momento al Nord non arriveranno grandi precipitazioni, che potrebbero risanare il problema della siccità“.

    Secondo Mario Giuliacci, intervistato dal Messaggero, il 2015 è “il più siccitoso che ci sia mai stato negli ultimi 70 anni. E’ stato superato il record del dicembre 1991, in cui sono caduti dal cielo in media solo 25 millimetri d’ acqua. In questo mese abbiamo raggiunto un nuovo record: meno di 10 millimetri d’ acqua“.