Il calendario pieno di curve. I loro corpi esprimono altrettanta bellezza – Foto


Un susseguirsi di mesi che vanno oltre l’immagine della donna perfetta, un vero e proprio messaggio che sottolinei il valore della diversità ed unicità, di corpi morbidi che esprimono una propria identità, non rappresentando stereotipi di bellezza così lontani dalla realtà di tutti i giorni. Un desiderio divenuto possibile grazie alla costanza e perseveranza di Barbara Christmann, redattrice e corrispondente moda di testate internazionali che, in primis, attraverso il suo Blog beautifulcurvy.com, ha ideato un contenitore volto a supportare, consigliare e comunicare un mondo Curvy a 360°, con un obiettivo ben chiaro: sostenere e valorizzare ogni donna al di là della fisicità che la distingue.

Alla sua quarta edizione, il Calendario ritrae un insieme eterogeneo di donne curvy, che in un gioco di squadra rivendicano il loro spazio nella società, immortalate dall’obiettivo di Stefano Bidini, fotografo di moda e sostenitore da sempre del progetto. Donne normali, lontane dal Fashion System, che divertite interpretano il ruolo da modella, valorizzate dagli accorgimenti di Make-up Artists di Aegyptia Milano Make-up e daSebastiano Attardo, Hair Stylist di note Celebrities e fondatore dei Saloni Imago. Uno staff di professionisti al completo, volto ad aprire una finestra sul mondo reale, composto da una molteplicità di donne, che attraverso i loro corpi esprimono altrettanta bellezza, da amare, accettare e mostrare.

Curvy_0841a3-1024x682

Il Calendario Beautiful Curvy 2016, scaricabile gratuitamente o acquistabile su ordinazione sull’omonimo Blog, rappresenta così uno strumento attraverso il quale proporre un modello positivo, che possa aiutare l’emisfero femminile a comprendere che ciò che davvero conta è l’amore per se stesse, al di là della forma che lo contiene, sostenendo un concetto di benessere legato alla capacità di stare bene nel proprio corpo, in salute, sollevando chiunque dal senso di inadeguatezza e frustrazione nel perseguire qualcosa che in realtà non ci appartiene.