La 43enne arrestata per aver fatto sesso “centinaia di volte” col nipote 15enne


Lei si chiama Peggy, è una casalinga di Pasadena, in Texas, ed è stata arrestata con una accusa decisamente grave. La donna avrebbe circuito il nipote minorenne che le era stato affidato dai servizi sociali e avrebbe iniziato con lei una lunga relazione sessuale. Stando alle accuse, i due avrebbero avuto “centinaia di rapporti sessuali”, tra il 2007 e il 2009, all’interno della casa in cui la donna viveva con suo marito. All’epoca dei fatti il ragazzo aveva solo 15 anni e si era da poco trasferito a casa degli zii dalla Carolina del Sud.

Le ragioni del trasferimento non sono state specificate, anche se a quanto pare, il ragazzo doveva trovarsi in un “pessimo ambiente familiare”. Gli zii avevano così deciso di farlo trasferire e di accoglierlo a casa loro, posto in cui il ragazzo sarebbe poi rimasto per 7 anni, prima di andare a vivere da solo. Non è chiaro cosa sia successo e cosa lo abbia spinto a denunciare la zia a tanti anni di distanza, rivelando tra l’altro di aver ricevuto dozzine di messaggi espliciti, con foto intime della sua amante. Alla polizia ha inoltre fornito i particolari del loro primo rapporto sessuale, avvenuto quando si trovava nel letto di un ospedale a causa di una frattura.