Questa banconota da 50.000 Lire vale oltre 1000 euro


“Chi avrà la possibilità di cambiarle otterrà dalla Banca d’Italia solo il valore facciale – spiega Luigi Grassia – ma ci sono alcune banconote che hanno un valore numismatico ben superiore, dovuto alla loro rarità”.

Come spiega Gabriele Tonello a La Stampa, esperto di numismatica della Bolaffi, c’è per esempio una serie limitata della vecchia banconota da 50mila lire con la faccia di Gian Lorenzo Bernini vale da 300 a mille euro. A un’asta un singolo pezzo venne addirittura battuto a 2.500 euro. Ma non tutte le 50mila lire col Bernini hanno un valore così alto. “La rarità riguarda – spiega Tonello – la serie XE del 50 mila di Bernini, stampata in soli 40mila esemplari”. “Le banconote denominate in lire che risultano rare – spiega ancora l’esperto in numismatica – si trovano solo fra quelle che erano già fuori corso al momento del concambio. Invece, le lire che si potranno (eventualmente) cambiare sono solo quelle che erano in circolazione quando la lira è morta. E non hanno valore numismatico, né si può prevedere che ne abbiano mai in futuro, perché le loro tirature sono altissime”.