La batteria del tuo cellulare durerà settimane grazie ad una nuova tecnologia


Il problema del dover ricaricare lo smartphone più volte al giorno potrebbe presto essere risolto da un innovativo materiale che, se utilizzato per costruire lo schermo dei dispositivi, può portare ad una netta riduzione dei consumi energetici dei device. Un elemento fondamentale, perché attualmente quasi il 90% della batteria viene sfruttato proprio per i grandi schermi che caratterizzano i nostri smartphone e tablet. Così, se da un lato lo sviluppo di nuove tecnologie alla base delle batterie è ormai fermo da tempo, la risposta dei ricercatori è stata quella di sviluppare prodotti in grado di sfruttare sempre meno energia, aumentando in questo modo la durata della batteria che, di fatto, resta sempre la stessa.

Batterie-Litio-638x425

“Oggi dovete ricaricare gli smartwatch ogni notte” ha spiegato Paiman Hosseini, responsabile della scoperta. “Ma con questo nuovo materiale potrete farlo una volta alla settimana”. Il nuovo vetro sfrutta impulsi elettrici per creare display che non richiedono energia e possono essere utilizzati anche sotto la luce del sole. L’azienda di Hosseini, la Bodle Technology, conta di produrre un prototipo funzionante entro un anno. Il problema della durata della batteria attanaglia il settore tecnologico da ormai diversi anni; la potenza e le possibilità dei nuovi dispositivi continuano a crescere, ma la capacità delle batterie è rimasta sempre la stessa. Tanto che i produttori puntano ad occupare quanto più spazio possibile con la batteria per guadagnare preziosi minuti.

Apple, per esempio, sta provando a risolvere il problema con un innovativo sistema di celle per dispositivi portatili. Lo ha svelato un brevetto depositato dall’azienda di Cupertino. “Queste celle possono facilmente raggiungere densità energetiche molto alte” spiega Apple all’interno del brevetto. “Elemento che può portare ad un’operatività dei dispositivi anche di diversi giorni o settimane senza doverli ricaricare”. Questa tecnologia, già utilizzata da diverse grandi aziendein campo automobilistico, generalmente utilizza una combinazione di idrogeno e ossigeno per produrre energia elettrica grazie ad una reazione che emette solo calore e acqua, rendendo il tutto poco dannoso per l’ambiente.