Opeyemi Enoch, professore nigeriano, avrebbe risolto un problema di matematica irrisolto da 156 anni

Hanno provato a risolverlo le menti più geniali della matematica, senza successo. Finalmente, dopo 156 anni, un professore nigeriano sarebbe riuscito a dimostrare l’ipotesi di Riemann, uno dei problemi più affascinanti e “irrisolvibili” proposti dal tedesco David Hilbert. Orgoglio e soddisfazione, ma non solo: se venisse accertata la sua soluzione come esatta dal Clay Mathematics Institute, Opeyemi Enoch (questo il nome dell’insegnante) potrebbe ricevere un premio di un milione di dollari. Il merito, secondo il professore, è tutto dei suoi alunni: “L’ho fatto perché loro hanno sempre creduto che sarei stato io a risolvere il quesito, non per i soldi”.

Formulata nel 1859 da Bernhard Riemann, l’ipotesi è strettamente connessa ad i numeri primi ed essendo i numeri primi i “mattoncini” della matematica è stata fino ad oggi uno dei problemi centrali della matematica stessa. Per trovare una spiegazione, il professore Enoch, insegnante alla Federal University della città di Oye Ekiti, ha dovuto buttare giù molte delle convinzioni e dei luoghi comuni delle passate generazioni di geni della matematica.

n-RIEMANN-large570

Rimboccandosi le maniche e mosso da una grande passione, è arrivato a quella che sembrerebbe la soluzione definitiva e che potrebbe valergli il premio messo in palio dal Clay Mathematics Institute, che dal 2000 offre riconoscimenti a chi si dimostra in grado di risolvere storici problemi di matematica.

CUAA-7KU8AAyTJ7Il professor Enoch ha illustrato la sua scoperta all’International Conference on Mathematics and Computer Science e ha rivelato come le soluzioni che ha trovato possano trovare impieghi nella crittografia e nella scienza quantistica. Nonostante l’importanza della sua impresa, l’insegnante ha raccontato di essere stato preso di mira dalle critiche: “Se questo uomo è riuscito a risolvere il problema di Riemann, perché non trova una soluzione anche ai problemi della Nigeria?”, è una delle domande che si è sentito porre. Ma anche a questo Enoch ha pensato: già prima di vincere il premio, aveva messo a punto un prototipo di silo per gli agricoltori poveri e sta lavorando per trovare il metodo migliore per proteggere gli oleodotti dagli atti di vandalismo. Come se non bastasse, poi, starebbe cercando di risolvere, con un approccio matematico, il problema del cambiamento climatico.