Yamaha, Meregalli: “Domani pomeriggio confronto diretto tra i piloti”


Il direttore sportivo del Team Yamaha ha commentato il ricorso di Jorge Lorenzo al TAS e ha parlato di come verranno gestiti i piloti in vista della gara di Valencia.

Il clima in casa Yamaha è incandescente. Mancano ormai pochissimi giorni alla gara decisiva della stagione e la tensione sale sempre di più. Dopo la notizia del respingimento da parte del TAS della richiesta di intervenire nel ricorso di Rossi da parte di Jorge Lorenzo e le dichiarazioni del Responsabile della comunicazione della Yamaha, William Favero, oggi è stato il turno di Massimo “Maio” Meregalli, direttore sportivo del Team Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, di analizzare e commentare la situazione all’interno del box del team giapponese. Il ds, come primo tema, ha affrontato il ricorso di Jorge Lorenzo al Tribunale Arbitrario Sportivo di Losanna ed è stato parecchio duro: “Non ci aspettavamo l’intervento di Lorenzo al TAS. Ci siamo rimasti male. Era suo diritto intervenire al TAS ma avrebbe dovuto avvertirci come ha fatto Rossi. Non sapevamo nulla e non abbiamo capito le ragioni di questa sua richiesta”. Sulla gestione dei due piloti, che molto ha fatto discutere nelle ultime settimane, Meregalli ha affermato: “Domani mattina parleremo individualmente con i piloti e nel pomeriggio ci sarà un confronto diretto tra di loro”.

Infine Meregalli ha dichiarato: “La fine della stagione si avvicina rapidamente, mentre ci dirigiamo a Valencia per l’ultima gara. Questo fine settimana sarà molto importante per la Yamaha che quest’anno si è aggiudicata la ‘Triple Crown’. Sia Vale che Jorge sono in ottima forma e siamo sicuri che daranno il loro massimo come fanno sempre. Durante l’intera stagione la squadra e i piloti hanno fatto un ottimo lavoro e siamo motivati a lavorare sodo per dare il massimo anche nell’ultima gara. Vogliamo chiudere la stagione nel migliore dei modi”.