Ruba cibo al supermercato per il figlio piccolo, i poliziotti le pagano la spesa


Si era presentata al supermercato vicino casa a Prato e cercando di non dare nell’occhio si è messa in borsa una bottiglia d’olio, una confezione di carne, una di broccoli e poche altre cose per poi tentare di uscire senza pagare. La donna però è stata scoperta dagli addetti alla sicurezza del supermarket che l’hanno bloccata allertando le forze dell’ordine. All’arrivo degli agenti però la donna, una cinquantenne del posto, si è scusata per l’accaduto spiegando di averlo fatto per fame e di provare vergogna. Così i due poliziotti hanno deciso di pagare per lei il conto della spesa pari a poco più di trenta euro e di convincere il direttore del negozio a non sporgere denuncia. “Voleva pagare a rate, ci ha chiesto i nostri nomi e i numeri di telefono per restituirci il denaro” hanno raccontato i poliziotti, spiegando di aver declinato l’offerta.

Come racconta uno dei vigilantes del supermercato al quotidiano Il Tirreno, in realtà non era la prima volta che la donna rubava, sempre per fame. La 50enne infatti è conosciuta in zona, alcun anni fa faceva la spesa pagando regolarmente poi problemi familiari e lavorativi l’hanno spinta a rubare. “Negli ultimi tempi è venuta spesso a rubare. Per un po’ l’abbiamo tenuta d’occhio, poi abbiamo deciso di intervenire” ha spiegato la guardia, sottolineando che purtroppo spesso è costretto a vedere persone indotte a rubare per difficoltà economiche.