Marc Marquez è gay? Alle ragazze preferisce il lavoro e la presenza di uomini


Marc Marquez, l’ex amico e ormai nemico giurato di Valentino Rossi, è gay? “E’ giovane e dai modi delicati – scrive Alberto Dandolo per Dagospia – ha un rapporto simbiotico con sua madre e alle ragazze preferisce il suo lavoro o la compagnia di amici uomini. No, non è un’immagine di Cristiano Malgioglio adolescente ma il ritratto del campione Marc Marquez…”. Dandolo attesta: nessuno si ricorda o ha mai conosciuto una ragazza di Marc Marquez. Lui stesso, ricorda ancora Alberto Dandolo, qualche tempo fa arrossendo ad un giornalista dichiarava: “Ragazze? Vorrei restare con le moto perché mi piace tutto di loro e non hanno mai di che lamentarsi!”. Ecco fatto caro Marquez, ben ti sta: sei andato contro l’eroe nazionale, sei straniero, non puoi che essere gay. Hanno detto dalle parti della Federazione mondiale motociclistica che a Sepang è venuta meno la sportività, quanto sopra dimostra che è venuto giù, crollato di brutto anche il buon gusto. Cafonamente dall’Italia si sussurra e grida a Marquez: gay! L’articolo di Alberto Dandolo: Nell’ambiente machista del motociclismo sono tante le voci che vorrebbero il bel Marc assai insensibile al fascino della gnocca. Un noto professionista spagnolo del settore ci ha raccontato di quanto i piloti approfittino dell’abbondanza di “pelo” femminile che circola attorno al loro mondo. Ma del giovane e “leggiadro” Marc ci dice che è quasi infastidito dalle numerose avances di cui è oggetto e alle donne da copertina preferisce la compagnia della sua amata mamma. E proprio sua madre, la signora Roser Alentà, ha dichiarato fiera: “Marc è un mammone e da quando ha compiuto 11 anni ogni giorno gli preparo un litro e mezzo di frullato con pere, mele e arance”. Pare inoltre che il pilota chiami la madre almeno un paio di volte al giorno e che la consideri la sua più grande consigliera (…) La leggenda racconta anche di una bombastica parrucchiera di una nota trasmissione sportiva spagnola che si è vista rifiutare dal campione la sua esplicita richiesta di “copula” e si racconta che il procuratore del pilota qualche tempo fa, preoccupato dell’immagine poco virile del suo “assistito”, abbia tentato di fidanzarlo a mezzo stampa con una tronista argentina di nome Samira Jalil che all’ultimo momento rifiutò di prendere parte alla messa in scena per bieche questioni di cachet.  In Spagna come in Italia nell’ambiente non si dice che Marc sia gay ma che sia di “bosco e di riviera” e che ami “navigare“ sia “a vela che a motore” …beh quello si!