Tragedia nell’Imperiese, carabiniere spara in testa all’amica e poi si uccide

Tragedia nell’Imperiese: un carabiniere di 31 anni, dopo una lite, ha sparato un colpo di pistola a un’amica ferendola alla testa. Poi ha rivolto l’arma contro di sé e si è ucciso. E’ accaduto la notte scorsa in un appartamento ad Arma di Taggia. La donna, trentenne, è grave all’ospedale di Pietra Ligure. Sull’episodio indagano i carabinieri di Sanremo. L’uomo sarebbe stato sottoposto a diversi episodi di stalking da parte della donna.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, l’uomo che ha sparato e la sua vittima non avevano una relazione sentimentale ma si conoscevano da qualche tempo e si frequentavano da quando la donna era stata trasferita per lavoro in provincia di Imperia dalla provincia di Brescia.

La donna avrebbe frainteso l’amicizia dell’uomo, che era sposato, facendolo oggetto assieme alla moglie di numerose telefonate e messaggi. Ora si trova in condizioni disperate: l’ogiva del proiettile è ancora ritenuto nella scatola cranica della donna che sarà sottoposta quanto prima a un delicato intervento chirurgico.