Molestata sul bus, viene salvata da un uomo sconosciuto. Lo sta cercando su Facebook per ringraziarlo


Kaitlyn Regehr, una regista canadese di documentari, è alla ricerca tramite Facebook, del provvidenziale “angelo” che una sera della settimana scorsa l’ha salvata da un uomo che la stava molestando sessualmente in un autobus di Londra. Per ora lo ha ringraziato postando una foto che la ritrae con un cartello con la scritta “Grazie!” e un lungo tributo scritto a quel “misterioso” passeggero che si è schierato al suo fianco, ma vorrebbe incontrarlo per potergli esprimere la propria gratitudine guardandolo negli occhi.

9b07c59f742744c889c54e699fe80820_620x350

Kaitlyn si trovava sulla linea 207 in direzione Acton quando un uomo ha cominciato a molestarla senza che nessuno si muovesse per aiutarla. Poi si è alzato in piedi quello sconosciuto alto ed elegante. «Per l’uomo che era sul bus 207 in direzione di Acton ieri notte… – si legge nel post, che ha raccolto oltre 45mila “like” – Grazie per aver detto qualcosa quando quell’uomo mi ha afferrato. Grazie per aver detto che quella cosa non era accettabile. Soprattutto, grazie per avergli chiesto delle donne della sua vita, di sua madre, di sua sorella… Gli hai detto: “Lei potrebbe essere tua sorella. Lei è sorella di qualcuno”, e in questo modo hai fatto di me una persona. Ci hai fatto diventare una comunità. Ti ringrazio non solo perché ti sei alzato per me, o perché mi hai fatto sentire al sicuro, ma perché nel tuo viaggio verso casa – in questa grande, potenzialmente anonima città – hai reso meno traumatica quell’aggressione. Non sei andato via. Hai preso una posizione. Hai detto qualcosa. Per favore, sforziamoci tutti di “dire qualcosa”, diffondetelo, e per favore aiutatemi a trovare questo tizio eccezionale in modo che gli possa offrire una pinta di birra!».

L’appello di Kaitlyn è stato rapidamente raccolto da oltre 23mila utenti di Facebook, che hanno elogiato il comportamento galante dello sconosciuto “salvatore”. «E’ commovente!» ha scritto uno, «Ci sono eroi intorno a noi» ha commentato un altro. Come si legge sul sito web della ragazza, Kaitlyn è una scrittrice e una premiata regista di documentari il cui lavoro si concentra sulla cultura contemporanea. Ha partecipato a uno show televisivo su Slice Network come esperta nell’arte del burlesque e ora è allieva della Royal Academy of Dramatic Arts and King’s College di Londra, dove sta completando un dottorato.

Secondo Transport For London, un londinese su dieci ha subito abusi sessuali sui trasporti pubblici, ma il 90 per cento di queste molestie non vengono denunciate. In una dichiarazione sul loro sito si legge: «Non devi dimostrare che si trattava di un reato penale per segnalarlo, investigheremo noi per te. Nessun episodio è troppo piccolo o banale. I nostri agenti sono addestrati ad affrontare questo genere di casi. Noi ti tratteremo con rispetto e dignità. Sarai sempre creduto e sarai sempre preso sul serio».