L’ultimo selfie dei giovani prima di morire nell’attentato di Ankara


Avevano raggiunto Ankara in autobus, tutti insieme, con l’obiettivo di andare a manifestare per la pace e i diritti dei mambini siriani. Durante il viaggio hanno fatto foto e selfie, come questo che è diventato l’immagine simbolo della strage di ieri in Turchia, dove 128 persone sono morte in un attentato kamikaze su un corteo pacifista. A scattare la foto, la studentessa Dijle Deli. Dietro di lei ci sono i suoi amici della sezione giovanile del partito socialdemocratico d’opposizione Chp.

20151011_108642_turchia_selfie

Secondo il bilancio fornito dal partito, sono 11 le vittime e 6 i feriti provenienti dalla provincia di Malatya, nell’Anatolia orientale. «Siamo andati a giocare col sorriso, siamo stati uccisi. Nostro popolo, non dimenticarci!», scrive la sezione giovanile del Chp nel post su Twitter in cui ha pubblicato la foto.