Case di 17mq a basso costo per i migranti prodotte dall’Ikea – Foto


Ikea crea le case low cost per ospitare gli immigrati: strutture di circa cento chili in grado di ospitare cinque persone in 17,5 metri quadrati. Per montarle bastano quattro ore, per comprarle poco più di mille euro. Si chiamano “Better shelter” (“rifugio migliore”) e sono già usate in diversi campi profughi nel mondo. Ma presto saranno usate anche in Europa. La commissione a colosso svedese è arrivata niente di meno che dall‘Alto commissariato Onu per i rifugiati, che ha ordinato diecimila di queste micro-case low cost.  E c’è un Paese che ne ha già adottate due in via sperimentale e presto potrebbe acquistarne di più. Si tratta della Svizzera. Il suo esempio, però, presto sarà seguito da molti altri, Italia compresa, considerati anche gli spazi stretti e l’alta densità abitativa del nostro Paese.

better_shelter2