La protezione civile prevede 200 mm di pioggia in Sardegna. Scatta l’allerta meteo


Il capo della Protezione civile regionale, Graziano Nudda, oggi durante la conferenza stampa convocata dalla Regione per fare il punto della situazione sull’ondata di maltempo che si sta abbattendo in queste ore in Sardegna. “Chiaramente dipende anche da altri fattori- spiega Nudda- non solo dalla quantita’ di pioggia. Conta per esempio la conformazione dei territori e la quantita’ di persone che vi abitano. A Capoterra nel 2008 scesero 300 millimetri di pioggia in circa tre ore, un fenomeno che capita una volta in 5.000 anni. A Orgosolo nel 2013 ne scesero 375 senza grandi conseguenze, mentre ad Olbia circa 100, ma con le devastazioni che conosciamo”. In questa situazione torna di attualita’ il fatto che oltre la meta’ dei comuni sardi sia sprovvista di un Piano di protezione civile. Sull’argomento interviene a margine della conferenza stampa oggi in Giunta l’assessore alla Difesa dell’ambiente Donatella Spano: “Abbiamo gia’ fatto un ciclo di incontri per sensibilizzare i sindaci su questo tema e altri ne faremo- spiega Spano- penso comunque che entro l’anno tutti i comuni riusciranno a dotarsi del Piano. C’e’ sicuramente maggiore sensibilita’, purtroppo anche in seguito a tragici episodi del passato”.