Roberta Vinci show, sconfitta Serena Williams. Finale con la pennetta


E’ il punto più alto di sempre nel tennis italiano: la brindisina travolge in semifinale la romena Halep, numero due del tabellone: 6-1 6-3. Ma il prodigio lo compie la tarantina, che piega 6-4 al terzo Serena Williams, precludendole lo Slam a distanza di 27 anni dalla Graf.

Roberta Vinci e Flavia Pennetta nella storia del tennis. Le due azzurre si sfideranno nella finale degli Us Open: sarà la prima volta in assoluto che due giocatori del nostro Paese si affrontano nell’ultimo atto di uno Slam. L’impresa è tanto più clamorosa perché le due azzurre hanno battuto rispettivamente la numero 1 e la numero 2 del mondo, Serena Williams e Simona Halep.

Incredibile l’impresa della tarantina che supera in tre set la maggiore delle sorelle Williams che, dopo aver trionfato a Melbourne, Parigi e Wimbledon, andava a caccia del Grande Slam: sarebbe stata la prima a riuscirci dai tempi di Steffi Graf. Ma Serena, insolitamente alla prese anche con un po’ di tensione si è fatta sorprendere al terzo per 2-6 6-4 6-4.

SUPER FLAVIA
Determinata e concentrata Flavia Pennetta è stata la prima delle due azzurre a raggiungere il risultato storico, battendo nettamente la Halep con un perentorio 6-1 6-3.

«Questa finale significa tutto per me, è qualcosa di incredibile e che non avrei mai pensato di raggiungere. Oggi ho giocato molto bene, non so come ho fatto a gestire tutta la pressione che avevo addosso». Flavia Pennetta commenta così la storica finale raggiunta allo Us Open dopo la netta vittoria sulla numero 2 del mondo, la romena Simona Halep. «Ho provato a giocare ogni partita al meglio, senza pensare troppo al tabellone e giocando partita per partita -aggiunge la numero 26 del ranking Wta-. In campo mi sono concentrata su quello che dovevo fare, sono molto felice».