Turista muore in spiaggia a Cavallino, inutili i tentativi di rianimarlo dei bagnini

«Correte: c’è un uomo che galleggia a pancia in giù!». Momenti di paura questa mattina sulla spiaggia di Ca’ Savio, di fronte al Camping dei Fiori, a Cavallino Treporti. Un turista, veronese di anni 35, è morto dopo essere stato colto da un malore mentre era in mare, a 30 metri dalla riva. È stato lì che i bagnanti lo hanno avvistato: «Galleggiava a pancia sotto», racconta un testimone, «le persone hanno iniziato a sbracciarsi in acqua per attirare l’attenzione dei bagnini che si sono precipitati».
UN’ORA FRA LA VITA E LA MORTE
Un’ora di tentativi sulla spiaggia per rianimarlo non sono serviti a nulla. I bagnini hanno subito praticato la respirazione bocca e bocca e il massaggio cardiaco, sul posto è accorso anceh un medico tedesco che era in villeggiatura nel vicino camping. Poi sono arrivati i soccorsi e la Capitaneria di Porto. All’uomo è stata anche praticata una tracheotomia, secondo le testimonianze dei bagnanti. Ma è stato tutto inutile.