Porto Ercole, notte di paura per la principessa Sofia Borghese, bomba molotov contro lo yacht di Piscicelli


La loro settimana di mare e amore è stata rovinata da un atto intimidatorio, l’ennesimo. E, questa volta, la principessa Sofia Borghese e l’imprenditore napoletano Francesco Maria De Vito Piscicelli, si sono davvero spaventati. L’altra sera, mentre riposavano nella cabina della loro imbarcazione di 12 metri ormeggiata vicino a Porto Ercole, qualcuno avrebbe lanciato una bottiglia incendiaria nella saletta di pilotaggio. Fumo, fiamme, la corsa per mettersi in salvo. «Abbiamo temuto il peggio» racconta l’imprenditore, noto alle cronache per un’intercettazione in cui, dopo il terremoto che nel 2009 devastò l’Aquila, rideva parlando degli affari che si sarebbero potuti fare. Armato di estintore, è riuscito a spegnere il rogo, evitando che l’imbarcazione, esplodendo, raggiungesse altri natanti attraccati al porto.