Due ragazzini si accoltellano a Napoli: rissa tra i parenti al pronto soccorso


Prima due ragazzini finiscono in ospedale per una lite a coltellate, poi arrivano i genitori di entrambi al pronto soccorso, si minacciano e la discussione diventa una violenta rissa. Secondo le prime ricostruzioni gli agenti di polizia sono intervenuti ieri sera, poco dopo le 23, nel pronto soccorso dell’ospedale dei Pellegrini. Là gli agenti hanno trovato i genitori e gli amici dei due, entrambi del rione sanità, che si minacciavano e si picchiavano. I poliziotti hanno cercato di calmarli ma sono stati a loro volta aggrediti. Solo grazie all’arrivo dei rinforzi le persone coinvolte nella rissa sono state bloccate e arrestate. Si tratta del padre e della madre di uno dei due ragazzi, 43 e 38 anni entrambi napoletani e con precedenti di polizia, e A.R., 22ene napoletano con precedenti di polizia per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Intanto i due minorenni sono stati dimessi: si tratta di un sedicenne (ferita da punta e taglio al polpaccio destro, dimesso con 30 giorni di prognosi) e un 15enne (ferito da punta e taglio alla regione temporale, 20 giorni di prognosi). Sono in corso indagini sia  per identificare gli altri che hanno partecipato alla rissa sia per ricostruire la dinamica del ferimento dei due minori.