Lo studente paga la multa con 11mila monetine da 1centesimo per protesta

Ci sono voluti tre secchi e ben quattro ore di lavoro per contare e raccogliere le 11 mila monete da un centesimo con cui Stephen Coyle ha pagato una multa per divieto di sosta da 110 dollari, circa 100 euro. La simpatica trovata del ventiseienne americano, studente della Charlotte North Carolina, è stata in realtà una forma di protesta contro la sua università. Stephen però non voleva contestare la multa, bensì il modo in cui l’istituto impiega i soldi raccolti: l’80% dei fondi accumulati con le rette del campus, comprese le eventuali multe, viene utilizzato per finanziare scuole pubbliche della zona, piuttosto che l’università stessa. Un affronto per i molti studenti costretti anche ad indebitarsi pur di sostenere le spese universitarie. Così Stephen, sfruttando il momento di popolarità raggiunto con la sua “bravata”, ha aperto una pagina Facebook, “Let Them Count”, e lanciato una raccolta fondi con l’intento di acquistare libri di testo universitari e nuove attrezzature per la sua classe