Multe per chi fuma mentre guida


Divieto di fumo al volante: torna anche in Italia il rischio multe. Se nel Regno Unito e in Svezia le sigarette accese mentre si guida comportano già l’applicazione di multe, anche in Italia viene rispolverata la proposta di legge che in passato aveva fatto discutere per poi finire nel dimenticatoio. Questa volta si andrà fino in fondo?

La ratio del divieto è quella di considerare la sigaretta un elemento di distrazione per chi guida, alla stregua del telefonino. Non è solo maneggiare la sigaretta durante la guida il problema: è stato calcolato che il fumo passivo nell’abitacolo rende l’aria irrespirabile abbassando il livello di reattività del conducente.

Proibire le sigarette per chi guidasignifica, da questo punto di vista, ridurre il rischio di incidenti, come si legge nella relazione che accompagna il disegno di legge. Ma non solo: viene posta attenzione anche alla salute dei passeggeri a bordo, soprattutto se si tratta di bambini. Non da ultimo il divieto mira a porre rimedio ad una pessima abitudine, purtroppo diffusa, di chi fuma alla guida: buttare i mozziconi di sigaretta dal finestrino aumentando, soprattutto in estate, il rischio di incendi e contribuendo a sporcare le strade e ad inquinare.

A chiedere il pugno duro contro le sigarette al volante questa volta sono 17 senatori di area Forza Italia, tra i quali spuntano i nomi di Antonio Razzi e Domenico Scilipoti, firmatari del disegno di legge n.1902 che si prefigge l’obiettivo di modifica al Codice della strada con l’inserimento dell’articolo 173 bis.

Fumo al volante: le nuove multe

Ma quale multa rischia chi fuma mentre guida? La sanzione, visti i presupposti coincidenti, sarebbe la stessa che viene applicata in caso di