Tassista romana violentata, 30enne confessa stupro


L’identikit diffuso dalle forze dell’ordine – Il 30enne era stato fermato nel primo pomeriggio di domenica dopo che le forze dell’ordine avevano diffuso un suo identikit, realizzato grazie al racconto della vittima.

Ha confessato il trentenne romano fermato per lo stupro della tassista romana avvenuto venerdì mattina in una strada periferica della Capitale. L’uomo ha fornito agli inquirenti un racconto dettagliato di quanto avvenuto. Nel corso della sua ricostruzione è apparso prostrato ma lucido. La donna era stata aggredita e violentata dall’uomo, un suo cliente, che si era fatto accompagnare in una strada di campagna alle porte della città.