Svelata la Sindone a Torino


Con la Messa nel Duomo di San Giovanni, a Torino, inizia ufficialmente l’ostensione 2015 della Sindone. A presiedere la celebrazione l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia.Concelebrano tutti i vescovi del Piemonte, tra cui il cardinale Severino Poletto, arcivescovo emerito di Torino. Il lenzuolo, che secondo la tradizione ha avvolto il corpo di Gesù nel sepolcro, è stato svelato ai fedeli. Al momento dell’atto penitenziario è stato infatti tolto il velo che copriva la teca di fronte alla quale sfileranno da oggi pomeriggio i pellegrini di tutto il mondo. Assistono alla Messa, trasmessa in diretta televisiva su Rai 1, le autorità cittadine, tra cui il sindaco del capoluogo piemontese, Piero Fassino.

L’ATTESA DELLA VIGILIA – E’ “un grande segno di speranza”, quella “del bene che vince sul male”, un messaggio di amore contro l’attuale crisi della società. L’anteprima per la stampa e le autorità dell’ostensione della Sindone, al via dal 19 aprile, è l’occasione per l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, di richiamare il significato più profondo dell’immagine del lenzuolo che – secondo la tradizione – ha avvolto il corpo di Gesù nel sepolcro. Un segno di speranza per le sofferenze del mondo, tra cui l’arcivescovo cita anche “gli estremismi e le violenze contro le persone innocenti”.